Reintroduzione degli ami muniti di ardiglioni? No grazie

BELLINZONA - Il Club Pescatori a Mosca Ticino (CPMT) riconosciuto nel luglio del 2012 dal Consiglio di Stato quale “Associazione ticinese per l'acquicoltura e per la pesca” ai sensi dell'art. 28 della Legge cantonale sulla pesca, ha deciso tramite il proprio comitato e su richiesta di numerosi soci, di prendere una posizione ufficiale in merito alla mozione parlamentare del deputato Fabio Regazzi che mira, mediante deroga, a reintrodurre l’uso di ami muniti di ardiglione per la pesca in acqua corrente nel Cantone Ticino.

«Il CPMT è da sempre in particolare, per rapporto alle altre Società di pesca tradizionali, molto attento all'etica della pesca, alla gestione, alla conservazione del patrimonio ittico ed alla sensibilizzazione, divulgando ed incoraggiando una pesca rispettosa dell’ambiente in generale e del patrimonio ittico in particolare». Per queste ragioni il CPMT si trova in sintonia con le leggi in vigore e sostenute dalla Federazione Svizzera di Pesca (FSP), che ha una visione moderna della pesca e tende alla salvaguardia del patrimonio ittico. Proprio su queste basi la CPMT non è d’accordo sulla mozione parlamentare di Fabio Regazzi: «Purtroppo la mozione di Fabio Regazzi, portavoce della Federazione Ticinese per l’Acquicoltura e la Pesca (FTAP), va nella direzione opposta auspicata dalla Federazione Svizzera di Pesca, di cui ne fa parte, e ci farebbe regredire agli anni ’90 del secolo scorso, facendoci inoltre additare dal resto della Svizzera come un Cantone poco rispettoso delle leggi in vigore e per niente rispettoso della salvaguardia del patrimonio ittico».

Il CPMT «pur consapevole delle resistenze che incontrerà», continuerà a portare avanti e a sostenere le idee per le quali nel lontano 1977 è stato creato il Club.

Il CPMT confida nel Consiglio degli Stati di non dare seguito alla decisione del Parlamento e a rispettare quindi la legge federale attuale che vieta l’uso dell’amo con ardiglione per la pesca in acqua corrente, sostenuta anche dalla Federazione Svizzera di Pesca (FSP).

Fonte: TIO

PDF CPMT: CPMT-presa-di-posizione.pdf (122380)